Parassitosi intestinali


I parassiti intestinali del cane, sono un problema sempre attuale non si vedono ma ci sono!
Facile prendere i parassiti intestinali, facile anche eliminarli.

I principali parassiti interni del cane, a differenza di quanto succede per pulci e zecche che saltano subito all'occhio, non si vedono se non quando l'infestazione diventa massiccia e può scatenare problemi di salute.

Luoghi di maggiore attenzione
Studi condotti in ambienti urbani come parchi e giardini pubblici evidenziano la presenza imponente di parassiti intestinali, fino a 3 parchi su 4 risultano a rischio d'infestazione!

Questo vuol dire che se anche la maggior parte dei cani è regolarmente trattata per diversi tipi di parassitosi, il rischio che gli animali contraggano un'infestazione parassitaria con una normale passeggiata in aree frequentate da altri cani rimane comunque elevato; per evitare ciò è importante rispettare semplici regole igieniche che mettono al riparo da inutili rischi di infestazione.

Non lasciare le feci del proprio cane al suolo ma raccoglierle e gettarle nei bidoni dei rifiuti.
Ogni proprietario non dovrebbe mai prendere alla leggera lo smaltimento dei bisognini del cane e armarsi di sacchettino per la raccolta delle feci.

Anche se cuccioli e animali anziani sono i soggetti a maggior rischio nei confronti di alcuni parassiti, bisogna considerare che le possibilità di prendere i vermi intestinali non sono in stretto rapporto con l'età e per questo motivo il controllo deve essere mantenuto per tutta la vita dell'animale. Oltre allo stato di salute generale dell'animale, i fattori che possono favorire le infestazioni parassitarie sono anche il suo stile di vita e il tipo di alimentazione

 

 

Che tipo di parassiti intestinali possono attaccare il nostro cane?

I vermi possono essere tondi e fare parte della famiglia dei nematodi, piatti e fanno parte della famiglia dei cestodi. I più comuni sono ascaridi, anchilostomi, tenia e tricocefali.

 

 

Parassiti Ascaridi
NEMATODI: ASCARIDI

Gli ascaridi sono dei vermi tondi (nematodi) lunghi e sottili come degli spaghetti e sono i parassiti intestinali più frequenti nel cane.
Nelle forme più lievi non si vedono e quindi è necessario fare attenzione.
Nelle forme più gravi provocano ostruzione intestinale.
Le due specie più comuni sono la Toxocara canis e Toxacaris leonina; esse possono colpire sia cuccioli che adulti, vivono nell’intestino e producono uova che sono eliminate con le feci nell’ambiente.

Parassiti Nematodi
NEMATODI: ANCHILOSTOMI

Gli anchilostomi sono vermi tondi (nematodi) e possono causare serie infestazioni.
I cani maggiormente colpiti sono di età inferiore a un anno e l’infestazione avviene per via orale. Gli anchilostomi nelle forme più lievi non si vedono mentre nelle forme più gravi provocano diarrea con presenza di sangue nelle feci, vomito, forte dolore addominale, dimagrimento, cattive condizioni e anemia, soprattutto nei cuccioli.

Parassiti Cestodi Tenia
CESTODI: TENIA

La tenia è un verme piatto (cestodi) con la forma del chicco di riso.
La più comune è la Dypilidium caninum e viene trasmessa dalle pulci provocando diarrea, perdita di peso, vomito, nervosismo e nelle forme più lievi non si vedono mentre nelle forme più gravi si può osservare perdita di peso, irrequietezza, prurito nella regione anale, vomito.

l'ingestione delle uova
CESTODI: TRICOCEFALI

I tricocefali sono vermi tondi (cestodi) che colpiscono cani di tutte le età. Nelle forme più lievi non si vedono mentre nelle infestazioni gravi si può osservare diarrea e feci ricoperte di muco e sangue fresco e anemia. L’infestazione avviene tramite l’ingestione delle uova espulse con le feci da un cane infestato e possono causare gravi sintomi, fra cui diarrea mucosa, diarrea emorragica, anemia da infestazione cronica e anche crisi neurologiche.