Guida ai parassiti intestinali di cani e gatti

Parassiti intestinali: i nemici invisibili

Hai mai sentito parlare di Ascaridi o Anchilostomi? E il nome Tenia ti dice qualcosa? Probabilmente no! E non li avrai neanche mai visti. Sono i parassiti intestinali, veri e propri “nemici invisibili” dei nostri cani e gatti. Non si vedono, ma ci sono!


“I parassiti intestinali non si vedono, ma ci sono”

Perché non riesci a vederli?

Perché vivono all’interno dei nostri 4 zampe e, a differenza di pulci e zecche che “saltano all'occhio”, si manifestano solo quando l'infestazione è massiccia.

Non sono dei fantasmi, ma una minaccia reale.

Non si vedono ma minacciano il benessere del tuo 4 zampe. I parassiti intestinali sono un serio rischio per la salute dei nostri cani e gatti. Per questo devi difendere il tuo pet con prodotti specifici come un antiparassitario in compresse.

Rendiamoli visibili
Parassiti intestinali

FAMIGLIA DEI VERMI TONDI



Parassiti Ascaridi
NEMATODI: ASCARIDI

Verme tondo, lungo e sottile come spaghetti: sono i più frequenti.
Come si trasmette: ingestione delle uova espulse con le feci da un cane infestato.
Cosa provocano: irritazione della mucosa intestinale, nei cuccioli se presenti in grandi quantità

Parassiti Nematodi
NEMATODI: ANCHILOSTOMI

Verme tondo che colpisce cani di età inferiore a un anno.
Come si trasmette: ingestione delle uova espulse con le feci da un cane infestato.
Cosa provocano: irritazione della mucosa intestinale, nei cuccioli se presenti in grandi quantità

l'ingestione delle uova
CESTODI: TRICOCEFALI

Verme tondo che colpisce i cani a tutte le età.
Come si trasmette: ingestione delle uova espulse con le feci da un cane infestato.
Cosa provocano: irritazione della mucosa intestinale, nei cuccioli se presenti in grandi quantità

FAMIGLIA DEI VERMI PIATTI



Parassiti Cestodi Tenia
CESTODI: TENIA

Verme piatto che si riconosce per il ritrovamento delle proglottidi a forma di chicco di riso nelle feci o nel pelo dell’area perianale. La più comune è la Dypilidium Caninum.
Come si trasmette: tramite le pulci.
Cosa provoca: prurito nella regione anale, diarrea, perdita di peso, vomito, nervosismo.

ECHINOCOCCO GRANULOSUS ED ECHINOCOCCO MULTILOCULARIS


Le Tenie più pericolose perché sono zoonotiche. L’uomo può infestarsi accidentalmente assumendo le uova dell’ambiente (verdure e cibi contaminati).
Come si trasmette: tramite l’ingestione di carni e visceri degli ospiti intermedi erbivori e piccoli mammiferi.
Cosa provoca: dimagrimento e diarrea mucosa.